Feeds:
Articoli
Commenti

COMMIATO

Purtroppo il progetto ambizioso di aggiornare questo blog costantemente ad ogni partita è andato in fumo a poche partite dalla fine del campionato, chiedo scusa, ma nell’ultimo periodo le linee dei tubi hanno preso clamorosamente il sopravvento praticamente su tutto.
Il girone di ritorno si è chiuso come il girone di andata, con tre sconfitte ed una vittoria coni seguenti risultati:

PENSIONATI – BAR TABACCHI E’ UN MONDO DIFFICILE    4 – 10
(Totti, Bas, Bas, Bas)

PENSIONATI – FINSTABILI    1 – 7 
(Vince)

PENSIONATI – CASA PIU’    4 – 7
(Totti, Rooney, Vince Rooney)

PENSIONATI – TORO ASSICURAZIONI    12 – 4
(Rooney, Emmi, Rooney, Rooney, Rooney, Totti, Bas, Emmi, Totti, Totti, Emmi, Bas)

L’ultimo scorcio di campionato è stato devastante sia dal punto di vista fisico che mentale, un po’ perchè abbiamo cominciato a giocare prestissimo con i tornei di Gavardo e Polpenazze ed eravamo mentalmente un po’ scarichi, un po’ per le continue defezioni che hanno caratterizzato anche questa stagione, un po’ perchè avversari più giovani o più preparati sono arrivati alla fine della stagione con più birra nelle gambe, ma un po’ sicuramente anche per le linee dei tubi diamine.
Apice della tragedia dal mio punto di vista la partita con la Finstabili cominciata male e finita in maniera imbarazzante con gli avversari che passeggiavano per il campo irridendoci e colpendo nel profondo  il mio orgoglio di Pensionato (togliendomi il sonno per più di una notte) come era capitato solo una volta prima, in un 8 a 0 in una delle prime partite della prima stagione di questa squadra contro la Projetek, con la differenza che quella partita segnò l’inizio di una nuova squadra.
Tuttavia la stagione sotto l’aspetto dei risultati è stata ottima con un quinto posto che segna il nostro miglior piazzamento, il nostro record di punti 61 con il maggior numero di reti segnate ed il minor numero di quelle subite.
Il rammarico è solo dettato dal fatto che quest’anno il campionato era veramente affollato di squadroni: Autofficina Raimondi, Bar Tabacchi, Finstabili, Casa più, Le Rovine del Catullo, Pizzeria da Ben e Apparta Hotel, ben sette squadre oltre a noi di altissimo livello… in una delle due passate stagioni il podio sarebbe potuto benissimo essere nostro, nonostante gli infortuni, le bizze, l’inaffidabilità di alcuni Pensionati e nonostante le linee dei tubi soprattutto.

Come già anticipato nello spogliatoio alla fine dell’ultima partita IO mi faccio da parte e metto la Pensionati in soffitta, sappiate che è lì, chiunque ne abbia il coraggio può tranquillamente venire e prendersela, IO mi metto a sua disposizione come umile giocatore sempre che non mi si chieda di fare di più, sono un po’ stufo di dover cercare “il quinto” tutte le settimane di richiamare, di smorzare gli animi, di preoccuparmi per gli altri insomma, soprattutto se devo già pensare alle linee dei tubi, avrei proprio solo voglia di giocare e basta.

Visto che una nuova partecipazione al campionato del Centro Sportivo mi pare ora abbastanza remota colgo l’occasione per complimentarmi con gli organizzatori che anche quest’anno hanno fatto un ottimo lavoro sia al centro che a Polpenazze e per ringraziarli per la nomination più che mai regalata considerato il non esattamente eccellente rendimento personale durantre questa stagione.

Annunci

XXVI: EPICI

PENSIONATI – LE ROVINE DEL CATULLO    4 – 2
(Rooney, Rooney, Emmi, Totti)

Prima di lasciare spazio a Rooney ed al suo pittoresco racconto della partita, vorrei fare i complimenti agli avversari, che hanno disputato una partita eccezionale mettendoci in difficoltà per tutti i cinquanta minuti e schiacciandoci in maniera quasi costante durante il primo tempo.

Ecco Rooney:

“La sera del 28 aprile 2010 rimarra’nella storia del calcio non tanto per la remontada fallita(porca trota!!!)dal Barcellona ma bensi per la grande vittoria dei Pensionati contro una bella tosta simpatica(non nella sua totalita’!!!)Rovine del Catullo.
Si giocava l’undicesima giornata di ritorno del campionato del Garda.All’andata il match si era concluso con una vittoria di misura della squadra di Mister Zorroni(per non dimenticare!!!).
Per il ritorno la squadra delle Rovine si e’presentata quindi al gran completo,con tutti gli effettivi e con la grande voglia di”vendere cara la pelle”come si poteva leggere sulla prima pagina della Gazzetta dello Sport apparsa ieri mattina sul sito della squadra catulliana.
Il primo tempo si conclude sul 2-2.
Partono forte i Pensionati mostrando una maggiore organizzazione di gioco ma soccombendo un po’sul piano fisico dove il Catullo grazie ai due peperini Fontana e Ballista dimostra inizialmente di essere piu’preparato.
Dopo qualche minuto di battaglia il risultato si sblocca grazie ad una girata di testa del bomber Rooney,una girata da rapace dell’area,su fortunoso assist del reddivivo Lele.
A questo punto il pallino del gioco passa nelle mani delle Rovine che comandano il possesso palla senza pero’combinare granche’.
I Pensionati sono sempre pericolosi in contropiede,affidandosi all’esperienza di un monumentale Vince e alle scorribande brasiliane del sempre funambolico Emmi.
Il buon Totti sacrificandosi positivamente in fase difensiva non riesce ad essere inizialmente efficace in zona gol.Ma non vi preoccupate uno dei suoi missili terra-aria nel secondo tempo andra’a bersaglio!!!
Le Rovine con un unodue feriscono gravemente i ragazzi di mister Zorroni e la partita sembra stia incanalandosi su binari pericolosi.Si comincia a sentire l’odore del sangue,l’odore della sconfitta.
Ma!
Ma a pochi secondi dalla fine succede il fatto che probabilmente ha cambiato la storia della partita.
Viviamolo al rallentatore:
Sul volto dei nostri ragazzi cominciavano ad affiorare la stanchezza e la paura della sconfitta.Tutto stava girando per il verso sbagliato.I due puffi delle Rovine,Ronnie e Fontana sembravano due anguille sguscianti.Il potente Coita sembrava Terminaitor.Loda non aveva ancora combinato nessuna delle sue celeberrime cazzate.Il grande Guacci,sosia dell’arbitro Tombolini,aveva chiuso la porta e buttato le chiavi nella Seriola.I nostri tifosi erano tutti seduti e zitti con la faccia triste.
Poi la luce.
1’14”,Rooney chiama il cambio per Lele,vuole cambiare la storia del derby.Entra che sembra una furia.Sul suo volto non c’e’la paura.Sul suo volto c’e’solo la voglia di vincere.I secondi passano.Ne mancano una manciata.Il nostro portierone Ivo,ieri sera impeccabile,lancia con le sue mani fatate il pallone con una precisione millimetrica nei piedi del bomber Rooney che cerca il contatto con il suo marcatore,esegue una giravolta e si trova a tu per tu con il portiere avversario,i secondi passano,la palla calciata con un sinistro velenoso dal nostro bomber passa tra le gambe dell’estremo difensore delle Rovine e la sirena ci ricorda che nel secondo tempo,la battaglia continuera’.2-2.
Il gol allo scadere taglia le gambe alle rovine che si trasformano in macerie pesanti.
Non c’e’piu’storia.
Il gioco dei Pensionati si fa sempre piu’bello,piu’fluido piu’spettacolare.
Altri due gol e la partita si chiude definitivamente.
Due derby,sei punti.Che soddisfazione.Che goduria.
E.P.I.C.I.
Ora sotto con il tris impossibile.All’andata 0 punti.Nel ritorno…”venderemo cara la pelle,toccandoci le palle!!!”

PAGELLE:

IVO 10- Questa volta se lo merita il voto piu’bello.Se lo merita perche’para tutto il parabile,perche’comanda la squadra,perche’e’preciso nei rilanci.
E soprattutto perche’la sua Inter e’impegnata al Nou Camp e lui è con noi a soffrire sul campo.
E soprattutto perche’alla fine della partita si trova a dover soffrire davanti alla tv,lui contro 100 gufi.GRANDE IVO e decisivo come il suo idolo.JULIO CESAR.
VINCE 10-
Programmato per giocare a calcio.Ultimo uomo,laterale,attaccante.Puo’fare tutto,forse anche il portiere.JAVIER ZANETTI.
TOTTI 8- Ha la potenza di Muntari,soffre un po’all’inizio ma poi partecipa anche lui alla festa.Sempre decisivo.SULLEY MUNTARI BIANCO.
EMMI 8- Ormai non ci sono piu’parole per descrivere il nostro presidente.Semplicemente unico.Il lavoro di questa estate per costruire la nuova squadra dei pensionati comincia a dare i suoi frutti.Record di punti stagionali battuto.Due derby vinti.MASSIMO MORATTI.
LELE 8- Deve migliorare la mira ma la sua presenza si fa sentire sia in campo che nello spogliatoio.I nostri tifosi sperano che possa essere titolare fisso per le prossime tre partite.SAMUEL ETO’O.
ROONEY 10-
Il presidente ha continuato ad elogiarlo in tutto il dopo partita.E lui ai complimenti del presidente ci tiene.Nella sua nuova squadra ha ritrovato gli stimoli e la voglia di una volta.Sta ricambiando la fiducia del presidente Zorroni e sta diventanto un leader all’interno dello spogliatoio.ER PRINCIPE MILITO.
—————————————————————————-

GUACCI 6,5- Nel primo tempo si piega solo davanti a due perle del bomber Rooney.Nel secondo tempo,dopo aver avuto problemi con la lente a contatto,perde sicurezza e prende il secondo gol della serata in mezzo alle gambe.VICTOR VALDES ACCECATO.
RIZZO 6,5-
Ritorna in campo dopo un lungo infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi per piu’di un mese.Il capitano non ha i 50 minuti nelle gambe e si vede.PUJOL SPOMPATO.
COITA 7-
Ha il compito di curare il bomber Rooney,compito ieri sera abbastanza difficile.Rimane un po’fermo sulle gambe quando il bomber innesca la remontada.Segna il secondo gol nell’unica proiezione offensiva di tutta la serata.PIQUE IMPOTENTE.
BARELLI 6,5- Prima del fischio d’inizio solito scambio di doni tra i due presidenti.Gia’si capisce che i Pensionati saranno piu’brillanti.3 bottiglie a 1.LAPORTA UBRIACO.
MAMMOLA 6,5- Cerca di mettere la firma alla partita giocando buona parte del secondo tempo senza pero’riuscirci.INIESTA SILENZIOSO.
BALLISTA E FONTANA 6- Da loro ci si aspettava la svolta.Facevano paura all’inizio.All’inizio.IBRA E MESSI,COCCHI E RENATO.
LODA 3- All’andata ci aveva fatto tremare con una tripletta.Ieri sera e’stato l’amico fedele che tutti conosciamo.Non scendendo praticamente in campo.MARADONA SPENTO,AMICO FEDELE.”

XXV: STANCHEZZA

PENSIONATI – FRONTERINO    3 – 2
(Bas, Totti, Totti)

Strana partita, contraddistinta da una stanchezza diffusa in molti dei giocatori in campo, quindi giocata su ritmi da ospizio anche se con una discreta grinta.
Grande prestazione per il Rooney di Lonato che dispensa assist e si procura un paio di rigori, uno addirittura concesso e grande ritorno per Totti che con una bomba delle sue ci regala i tre punti.
La medaglia al valore di giornata va però al portiere avversario, un autentico mostro in grado di parare 816 conclusioni a botta sicura, un rigore e di andare addirittura vicino al gol nel finale, quando per disperazione si è spinto nella nostra metà campo.

Lascio spazio a Rooney che torna a scrivere sul blog accanendosi sul sottoscritto dopo la mia peggior partita stagionale (per lui niente lavaggio della maglia questa settimana).

“Grande vittoria contro i ragazzi del Fronterino.
Sommando l’eta’dei nostri avversari forse si riusciva ad ottenere quella mia e del mitico Vince.
Partita sofferta a ritmi bassi a causa del primo caldo stagionale.
Il primo passo in salita e’stato superato a pieni voti.
Ora ci aspetta il derby con le Rovine che sono in rovinosa caduta e che sicuramente vorranno dare un senso al loro campionato anonimo vendendo cara la pelle e magari facendoci lo sgambetto.
Solo se rimarremo compatti possiamo superare anche questo ostacolo,forti anche del fatto che Bas la settimana prossima sara’occupato in una convention fashion fushion alternative a Milano city,in mezzo a modelle e soprattutto modelli di ogni colore,nazionalita’ e preferenze sessuali.
Questo dimostra come l’attaccamento alla maglia dell’Oliver Bierhoff della Valtenesi sia assolutamente inesistente.Ieri sera infatti dopo la partita nel tunnel che portava agli spogliatoi c’e’stato un acceso confronto tra il bomber Bas,il presidente Guido Zorroni e l’esperto Vince che in stretto dialetto calabrese ha criticato il comportamento del biondo Basetta.Per fortuna sono intervenuti il sempre tranquillo Rooney e il pacifico portierone Ivo.Intanto il modello Totti era gia’davanti allo specchio a pettinarsi.
Tutto si e’concluso con l’arrivo del bomber Lele ormai a partita finita che trafelato chiedeva in che spogliatoio ci dovevamo cambiare.
A quel punto il clima e’ ritornato goliardico come al solito e tutti insieme abbiamo mandato a quel paese Lele.

PAGELLE 
IVO 6,35-E’sempre lui,fortissimamente lui.Il nostro portiere.Lo amiamo per come e’fatto.Cosi.Come un gruviera nostrano.A parte gli scherzi,si rende protagonista di almeno 3 parate fondamentali e in un certo momento della partita,quando la pressione dei nostri avversari era continua,diventa il padrone della sua area di rigore con un paio di uscite.VALDES.
VINCE.8-Per gli avversari e’come la ‘nduja.Buona.buona,buona ma se ne mangi troppa poi ti brucia il sedere.Anche lui e’buono,gentile nei modi ma quando decide che e’ora di cambiare la storia della partita schiaccia l’acceleratore e sono guai per tutti.SALSICCIA PICCANTE E AFFRODISIACA.
TOTTI 8– ritorna dopo un lungo periodo di sosta a causa di un brutto infortunio.Ci regala una prestazione di straordinaria qualita’,abbellita da due gol di straordinaria potenza.E’sempre il solito Totti.Troppo forte,troppo bello,troppo simpatico.UN SACCO BELLO.
EMMI 6,05-Essendo il presidente e finanziatore nessuno ha mai il coraggio di dirgli che almeno il pallone non e’suo e che potrebbe almeno passarlo qualche volta anche ai suoi compagni.E’comunque fondamentale per noi,soprattutto perche’finanzia e lava le maglie.MARCHIONNE.
ROONEY.S.V.-Sostiene da solo il peso dell’attacco.Quando la squadra soffre ed e’in debito d’ossigeno si appoggia alla sua esperienza nel gestire la palla e nel far scorrere il cronometro.Nella nostra memoria sono rimaste cinque situazioni importanti dei pensionati nella zona d’attacco.I tre gol,il rigore sbagliato da turbo totti e il rigore negato nel primo tempo.In tutte le situazioni,il protagonista e’il nostro Rooney,tre assist e due rigori procurati con grande esperienza.L’unico rammarico e’il fatto che il presidente-capitano affidi il rigore a tottone e non al povero Rooney che si era prodigato per ottenerlo.ER PRINCIPE MILITO.
BAS -3-Chi lo conosce da tanto tempo non si stupisce piu’.Chi lo conosce da qualche mese non si stupisce piu.
Chi guarda la partita dagli spalti non si stupisce piu’.Anche la sua fidanzata non si stupisce piu’.Il Basetta alterna prestazioni strepitose a prestazioni penose.Lo ha confidato anche al sua compagna rivelando che sotto le coperte il Bas e’di tutt’altra pasta.Sempre stepitoso.Viene relegato in panchina per quasi tutto il secondo tempo,un po’per punizione un po’ perche’il presidente-giocatore si era dimenticato di lui.E lui rientra negli spogliatoi polemico,togliendosi la maglietta e la canottiera della salute buttandole per terra.BALOTELLI BIANCO.
FRANCO 10-Sempre presente.Anche con l’influenza.Anche con il problema muscolare che lo tiene lontano dai campi da gioco da quasi un mese.Semplicemente unico.Da quando e’infortunato i Pensionati hanno infilato un filotto di vittorie storico.Speriamo che i suoi muscoli fragili non ci facciano lo scherzo di guarire prima di fine maggio.MATERAZZI.
LELE.10/11-Eccolo.Finalmente ritorna tra di noi.Con un’ora di ritardo.Arriva quando ormai siamo tutti belli docciati e profumati.Pronto per recarsi in pizzeria ed ordinare una leggera tonno e cipolle con una birra media.Si smarca dal cameriere e taglia la pizza come solo lui sa fare.COTECHINHO”

Rooney

PENSIONATI – NIS    10 – 3
(Bas, Bas, Vince, Emmi, Rooney, Emmi, Vince, Emmi, Bas, Rooney)

Bella vittoria, sciolta e molto divertente, ottenuta ancora una volta con soli cinque giocatori.
Molto bello il gioco espresso in alcune fasi della partita, con una circolazione di palla fluida ed alcune belle giocate a volte solo un pizzico troppo leziose per la verità.
Con questa partita finisce la discesa, la prossima settimana inizierà la sriscia di cinque battaglie consecutive dalle quali dipenderà il nostro piazzamento in questa stagione.

PAGELLE:
Ivo 7,5- Grandissimo secondo tempo, nonostante il largo vantaggio  toglie al suo collega la gioia del gol in almeno tre occasioni. Avaro
Vince 8- Danza per il campo aprendo invitanti spazi ai compagni, dando sempre l’appoggio e ritmando l’azione
con passaggi di prima o sapienti attese: Superbo
Bas 8- Apre le marcature con una mirabile azione personale conclusa con un tiro di rara potenza, raddoppia subito dopo e nel finale mette a segno anche la rete che segna la tripletta personale, l’appetito vien mangiando: Goloso
Emmi 7: Segna tre belle reti, poi ad un certo punto inizia una disputa con l’arbitro per l’interpretazione delle regole del gioco, perdendo lucidità: Iroso
Rooney 7: La partita è facile e quando questo accade lui si adagia e pur non sfigurando si lascia andare eccedendo nelle leziosità: Accidioso
Franco 10: Nonostante l’infortunio lo costringa in panchina non perde mai occasione per stare vicino alla squadra, scalpita, ma vuole aspettare di essere a posto prima di ributtarsi nella mischia e nel frattempo non può far altro che seguire i compagni da bordo campo: Invidioso

XXIII: VITTORINA

PENSIONATI – HOTEL MAYER    8 – 6
(Vince, Vince, Lele, Emmi,Lele, Emmi, Bas, Vince)

Tutto è bene quel che finisce bene, fortunatamente gli ultimi due minuti di gioco ci hanno regalato una vittoria, messa in discussione fino a quel momento da un avversario molto corretto e mai domo.
Partita complicata da una strampalata tattica difensiva che ci ha visti capitolare ad ogni affondo dei nostri avversari, mentre sul fronte d’attacco abbiamo cincischiato dilapidando occasioni su occasioni.

PAGELLE:

Ivo 6- Gli avversari lo superano con tiri imprendibili da ogni angolo del fronte d’attacco, non ne piglia una nemmeno per sbaglio: Palla Bollata
Vince 10- Se non ci fosse stato lui la partita sarebbe finita in catastrofe i suoi allegri compagni ne combinano di tutti i colori, ma il ministro della difesa riporta tutti all’ordine giocando una partita perfetta e mettendo anche tre bei palloni alle spalle del portiere avversario: Guardie e Ladri (Guardia)
Bas 0: Se non ci fosse stato lui, Vince avrebbe potuto giocare una partita molto meno perfetta, ne combina di tutti i colori, ma se poi si vince alla fine fa anche ridere: Guardie e Ladri
(Ladro)
Lele 7- Fortunatamente si fa trovare puntuale all’appuntamento, consentendoci prima di arrivare al numero minimo per poter disputare la partita e poi di vincerla con un paio delle sue proverbiali bombe, purtroppo non è sempre così semplice trovarlo in questa stagione: Nascondino
Emmi 7- Tira tu, no dai tira tu, nooo dai tira tu, ma va dai tira tu, daiii tira tu che sei più bravo, ma no dai tira tu che sei più preciso, ma nooo…: Rimpiattino

XXII: FINALMENTE

PENSIONATI – PIZZERIA DA BEN    5 – 3
(Vizio, Emmi, Bas, Vizio, Emmi)

Gran bella vittoria, sudata, nervosa, ma meritatissima, finalmente contro un’avversaria diretta.
Agli avversari mancava purtroppo un giocatore temibilissimo, ma a noi mancava mezza squadra: Lele, Totti e Franco, quindi non diamo troppo peso alle assenze degli avversari per giudicare la nostra vittoria e rallegriamoci per essere riusciti a battere una squadra in ogni caso molt0 forte.
Vittoria maturata esprimendo un bel gioco fatto di fraseggi stretti e reti siglate tutte da dentro l’area avversaria a testimonianza che senza Lele e Totti noi non si tira in porta nemmeno sotto tortura.
Un grande peccato l’ammonizione di Rooney (già 5) che salterà la prossima partita, smorzando un po’ la felicità per la vittoria.
La prossima partita si preannuncia durissima, visto che il numero degli assenti supera di gran lunga quello dei presenti, si spera di riuscire a recuperare uno tra Totti e Franco, ma tutto è ancora oscuro, speriamo bene.

PAGELLE:

Ivo 8- Gli avversari segnano tutte le reti in contropiede, l’ultima addirittura in tre contro uno, compie una paratissima nel primo tempo che ci consente di non andare sotto e sappiamo quanto questo sia importante in certe partite molto tattiche. Ci porta indenni fuori dalla parte peggiore della partita, poi lascia che il resto lo finiamo da soli: Mosè
Vince 8- Il suo avversario diretto non riesce mai una volta a saltarlo nonostante sia dotato di una bagaglio tecnico non indifferente e di una velocità molto maggiore. Non voleva giocare quest’anno, ma un po’ per un motivo un po’ per un altro ormai è un cardine della squadra, se non ci fosse saremmo spacciati: Manna
Bas 8- Segna concludendo un bellissimo contropiede, contrasta con efficacia gli avversari tirando fuori una grinta che ormai davamo per dispersa, poi ad un certo punto della partita infila una serie di quattro passaggi in fallo laterale e perde un pallone che ci costa una rete subita. Nel complesso gioca una gran partita: Il pastore attonito girato chissà perchè sempre nella direzione sbagliata (dejavu)
Vizio 9- Lo conosciamo, quando c’è lui tutto è più facile, ci regala dinamismo, tecnica,  potenza e gol, purtroppo altri impegni non ci consentono di averlo sempre, nonostante la tentazione di chiamarlo sia sempre tantissima: Vitello d’oro
Rooney 8- Il voto sarebbe sicuramente più alto senza l’ammonizione che ha rimediato alla sua stupida maniera, gioca un secondo tempo sontuoso mettendo a terra palloni che tutti davamo per persi, compie una magia sulla nostra quarta rete, purtroppo lui è così, non puoi mai sapere cosa aspettarti: Uovo di Pasqua
Emmi 9- Pur preoccupandosi per tutti gioca una partita perfetta, segna beffando il portiere nel primo tempo, poi compie un’accelerazione delle sue in occasione del quinto gol, uccidendo le speranze di rimonta degli avversari: L’angelo della morte (uah ah aaaahhh)


PENSIONATI – ORATORIO S.FILIPPO NERI    9 – 4
(Vince, Bas, Emmi, Rooney, Emmi, Rooney, Bas, Rooney, Rooney)

Il ME del titolo non sono IO, ma quel mio allenatore… che in simili circostanze… dai, la conoscete già, mi diverte sempre però.
Ci presentiamo in cinque, come da tradizione dei Pensionati, a questo punto della stagione, per infortuni, impegni, morose… chissà perchè intorno alla metà del ritorno succede sempre che ci ritroviamo a giocare in cinque…
Francamente pensavo fosse l’inizio della fine… ed invece ecco che raccogliamo una vittoria che anche se un po’ “ansiosa” è stata meritata, divertente ed importante per quella classifica che come dico sempre, IO non guardo (eheh palla colossale).

PAGELLE:

Ivo 8: Subisce le sue quattro reti quotidiane per gentile concessione di una difesa che dimentica a ripezione di marcare l’avversario più forte in maniera a volte quasi esilarante. Opera le sue tre o quattro prodezze a cui ormai ci stiamo abituando e poi può finalmente tornare a pensare alla sua ammiratrice segreta: Moccia (risate)
Bas 9: Se gli avversari fanno quattro gol gran parte del merito è suo, però è vero, da un po’ è più vigoroso, grintoso, non si fa più saltare ed i suoi dribbling non sono più fini a se stessi. Vai a vedere che la tutina da runner… no perchè lui ha una tutina da runner, cercate di immaginarvelo, fasciato da questa tutina, che spettacolo che dev’essere: Boccaccio
Vince 9: Torna nei ranghi e la sua presenza si sente, non sbaglia un passaggio nemmeno se aggredito da due o tre avversari. Segna la rete che sblocca il risultato, dispensa perle per tutti i cinquanta minuti ,è talmente facile la maniera in cui si muove in campo, ma nello stesso tempo così utile, concreta, bella: Ungaretti
Rooney 10: Ci mette un bel po’ a carburare, ma finalmente oltre a dispensare assist la butta anche dentro siglando un poker che spero possa non rimanere una rarità, si intende alla grande con Vince (bella fatica! Ditemi uno chi non ci si trova…), ma a differenza del compagno è meno concreto, più esteta: D’Annunzio
Emmi 9: Questo triplice incarico che ha sposato non gli consente di essere troppo concentrato su se stesso e tenero con i compagni così a volte è più preoccupato di seguire gli altri che pensare a se stesso e richiama Ivo alla prima imprecisione, accompagna Bas  per tutta la partita con continui rimbrotti (d’altra parte chissà cosa combinerebbe altrimenti), con Rooney poi… è una partita nella partita, a Vince una volta ha addiritura detto bravo senza accrescitivo, però nonostante tutto…: Gozzano